Fiat Topolino C Interni – Interiors

WP_20160213_14_40_12_Pro.jpgWP_20160213_14_30_36_Pro.jpg

Su gentile concessione di uno dei nostri clienti, ecco alcune foto degli interni della Fiat Topolino C, prodotti nel laboratorio artigianale di Elvezio Esposito e montati dal cliente stesso. Il cliente ha acquistato sul nostro sito www.elvezio.com: tappezzeria sedili anteriori e posteriore; pannelli (dello stesso tessuto e dello stesso colore); fasce sotto archi capote; tappeto riccione per zona posteriore; serie completa tappeti in gomma. Ci complimentiamo per il bel risultato eseguito con passione e per l’ottima manualità nel montaggio!

Some days ago we got some pictures from one of our customers. He sent us these beautiful pictures of the interiors of his Fiat Topolino C. He ordered all interiors at Elvezio’s shop and installed them by himself. He bough on www.elvezio.com the following parts: front seat covers and rear bench covers; front doors panels; Riccione carpet set for rear area; side canvas under soft top trims; rubber mats setOur best compliments for the good job and great handwork he did,  installing all parts!

WP_20160127_08_38_39_Pro.jpgWP_20160127_08_38_31_Pro.jpgtopo-c

Storia di una Fiat 600 D del 1962

Questo post è interamente dedicato alla storia di Giuseppe, nostro V.I.P. del mese di Novembre, amante della Fiat 600 D appartenuta a suo papà. Storia e ricordi si fondono in un bellissimo racconto a testimonianza del passato storico di queste vetture.

Ecco cosa ci scrive:

“Sono Giuseppe, ho 54 anni e vivo in Calabria. Sono nato e cresciuto a fianco di una 600 D. Mio padre la acquistò nell’autunno del 62, quando io avevo appena un anno e mia sorella non era ancora nata. Ho tanti ricordi legati a quel mezzo: le rigide posizioni nei sedili di ogni componente della famiglia; la vista dell’azzurro del Tirreno dal valico della Crocetta, con quella vaga sensazione di malessere dovuta alla strada tortuosa (forse è il mio primo ricordo del mare), i boschi della Sila, i paeselli dei nonni. Premetto che è la macchina su cui mi poggiavo quando ho dato i primi passi, su cui ho vissuto tutti i viaggi di famiglia, su cui ho imparato a guidare e con cui sono uscito anche con la mia fidanzata (ora mia moglie).”

Foto 1 – La famiglia di Giuseppe con la Fiat 600 nel 1963

La mia famiglia nel 1963 - Giuseppe.jpg

Foto 2 – Il figlio di Giuseppe con la Fiat 600 nel 2000

Il figlio di Giuseppe con Fiat 600 D nel 2000

La storia continua: “Sul libretto c’è un unico nome che è quello di mio padre, uguale a quello di mio figlio che quest’anno ha preso la patente. Mio padre non si era mai voluto separare dal quel mezzo, pur avendo avuto altre macchine, fino a quando nel 2011, a 81 anni, a seguito di un grave malore non ha potuto più guidarla. Tra mio padre e questa vettura c’è stato un vero e proprio rapporto simbiotico in cui ognuno identificava l’altro. Se si vedeva da lontano il classico profilo della 600, allora c’era mio padre. E dove c’era mio padre, da qualche parte parcheggiata la intorno, c’era la 600. 

C’è un episodio legato alla vetturetta e ad un personaggio dello spettacolo che piace ricordare al nostro Giuseppe, che continua raccontando: “Negli anni 60 c’era in città il circo di Moira Orfei e mio padre si trovava a passare li vicino con la 600. A bordo strada, in una calca di persone, c’era proprio Moira che cercava di liberarsi di un gruppo di fan, forse troppo accesi. Con un gesto deciso Moira blocca la 600 e gli chiede di salire. Una volta dentro spiega che aveva bisogno di allontanarsi velocemente da li e di essere accompagnata in un altro punto della Città. Raggiunta la destinazione ringraziò mio padre a cui regalò anche dei biglietti del circo, (di cui io ho sicuramente approfittato). Mio padre ogni volta che raccontava l’episodio poneva l’accento sul piglio deciso di una donna di successo, come Moira Orfei (aveva recitato nel film Circo di Federico Fellini), che accetta un passaggio da uno sconosciuto. Evidentemente il binomio tra la faccia di mio padre e la Fiat 600 la aveva convinta di trovarsi in buone mani.

Nella metà degli anni 90 gli chiesi di poterla utilizzare come seconda macchina, ma lui (allora già pensionato) volle tenersela per se, preferendola alle più moderne macchine dell’epoca. Fui costretto allora a comprare una 500 L da un’ amico, come quinto proprietario, di cui sono ancora in possesso. Ma il sogno era la seicentina dei miei primi passi come uomo e come autista.

Dopo che mio padre ha smesso di guidarla, la macchina è rimasta ferma in una casa di campagna per oltre un anno quando ho deciso di prelevata e di riportarla a nuova vita. Era parcheggiata sotto una tettoia un po’ impolverata e con il rischio che qualche animaletto potesse trovarci dentro un comodo ricovero. Nel provare a metterla in moto, con mia somma meraviglia è partita al primo colpo! (mio padre aveva sempre avuto una cura particolare per la meccanica del mezzo). Ho chiamato il carro attrezzi e l’ho spostata nella città dove lavoravo, dove potevo contare su un garage. L’ho lavata e ripulita e ho fatto fare un tagliando e il controllo della parte meccanica. Il mezzo si presentava ancora efficiente anche se i fondi evidenziavano ampi segni di ossidazione. Percorrevo, ogni 15 giorni (e con il bel tempo) qualche km per farla sgranchire e ha sempre risposto al meglio. Ho cercato di trovare qualcuno che potesse metterci mano come carrozzeria, ma non ho trovato la persona giusta. Dopo qualche anno sono stato trasferito di sede ed ho fatto anche il trasloco della macchina sulle sue ruote (ero riuscito a revisionarla ed assicurarla). Devo dire di aver percorso, a tappe di max 100 km, ben 300 km di strade statali, godendomi il suono cadenzato del 4 cilindri, che trovavo esattamente uguale a quello che ricordavo da bambino.”

Foto 3 – Giuseppe con la Fiat 600 nel 2013

Fig. 3 – Giuseppe con la seicento nel 2013

“Adesso la vetturetta è ricoverata in una carrozzeria dove è iniziato il suo restilyng. L’idea è ora quella di restaurala completamente per poi far fare un giro insieme a mio figlio. Spero lui possa capire cosa rappresenta per noi e per la storia della nostra famiglia. Toccherà a lui (se avrà capito) prolungarne la vita ancora oltre, come ha fatto per tanti anni, con passione, suo nonno che da lassù sicuramente apprezzerà.”

Testo e foto per gentile concessione di Giuseppe Bennardo

Un ringraziamento speciale a Giuseppe per aver condiviso con noi le sue emozioni e ricordi legati a questa vettura d’epoca.

Fiat 500 D in Colombia

dalla colombia oscar

Oscar dalla Colombia ci manda foto e ci scrive: “Ecco la 500 trasformabile doppo ristaurata mecanicamente in Italia e verniciata in Colombia. Tappezeria Elvezio Esposito. Unica nel paese, e’ stata molto stimata nella mostra de machine d’epoca a Pereira. Con mia moglie avviamo ricordato nostro viaggio di nozze 45 anni fa’. Saluti. Oscar”. Ci tenevamo molto a riportare le parole usate dal nostro cliente che con gioia e nostalgia ci ringrazia. Siamo noi a ringraziare lui per questa bellissima opportunità che ci ha dato di entrare nella sua vita con la nostra tappezzeria sedili. Per chi non avesse ancora letto l’altro post dedicato ad Oscar e la suo Viaggio di Nozze in Fiat 500, riporto qui il link che vale la pena di cliccare, sicuramente per le bellissime foto che ci ha inviato Oscar.

We got these beautiful pictures from Colombia. Oscar wrote us about the restoration of his Fiat 500 D in Colombia. He bought the seat covers for Fiat 500 D from Elvezio and he is very happy of the great result he got on his car. We are thankful for letting us be part of this great project and life story. If you have not yet read the other post about Oscar and his Honeymoon in Fiat 500click here.

Fiat 500 trasformabile oscar colombia Fiat 500 trasformabile oscar colombia_1

Viaggio di Nozze anni ’70 – Fiat 500 Honeymoon

Rumbo a Roma. Lago de Bolsena.

Preparando el almuerzo.Cocina y comedor desplegados

Ho ricevuto queste meravigliose fotografie del Viaggio di Nozze di Oscar e Carla proprio oggi dalla Colombia. In Fiat 500 in giro per l’Europa degli anni 70, da Venezia a Parigi a Krefel, poche foto, tante emozioni e ricordi. Non ho resistito, dovevo pubblicarle in un post dedicato al puro vintage negli usi e costumi! Chissà quante foto meravigliose come queste sono sparse per il mondo, ammucchiate, invecchiate e dimenticate. Se anche tu hai testimonianze vintage come queste inviacele, perché saremo lieti di pubblicarle in questo spazio dedicato alle Auto d’Epoca e ai Ricordi d’Epoca! Nel frattempo ringrazio il nostro cliente colombiano Oscar, che ci ha gentilmente concesso di pubblicare questi bellissimi ricordi di viaggio.

I have just received these amazing vintage pictures from Colombia, I couldn’t wait to post them and to write a new post. I love vintage pictures, and beautiful memories. In these pictures Oscar and Carla from Colombia during their Honeymoon in Europe traveling in Fiat 500. From Venice to Paris to Krefel, just few pictures but so many memories of a wonderful time. Too many pictures like these have been forgotten in the drawer, if you have some please send them to be posted in this space dedicated to vintage and remembrance. A special thanks to Oscar and Carla for sending their honeymoon pictures.

Tappezzeria Lancia Fulvia Montecarlo – Original Upholstery

Ecco l’email di un nostro cliente arrivataci ieri a testimonianza della qualità dei prodotti di Elvezio Esposito. Ringraziamo il Sig. Federico per la sua gentilezza e cortesia nell’esprimere il suo parere spontaneamente. Buona lettura!

Buon giorno,
ho montato la tappezzeria che mi hai consegnato, e come mi hai chiesto ti allego le foto, colgo l’occasione per salutarti e soprattutto per comunicare il mio apprezzamento per il vostro lavoro; ho notato che è ben cucita, le misure sono perfette e il tutto è ben curato e fedele all’originale, per tanto non mi rimane altro che complimentarmi con la vs ditta, non ho trovato nessuna difficoltà nell’assemblaggio, l’unico dubbio che mi rimane è, che non so se ho tirato troppo o poco lo skai, ma forse tu puoi vederlo dalle foto.
Cordiali saluti,

Federico Butini

butini_fulvia_montecarlo_tappezzeria_elvezio_esposito

butini_fulvia_montecarlo_elvezio_esposito_sedile_posteriore

Alla nostra richiesta di un consiglio per tutti i clienti che vogliono installare una tappezzeria da soli a casa, ecco cosa ci risponde il sig. Federico:

Salve,

per me non è altro che un piacere esternarVi il mio apprezzamento, oltre a ciò che già detto, fare tale operazione è stata, di grande soddisfazione, il mio consiglio è di affrontare questo intervento con tranquillità, passione, una semplice magliettatrice, colla tipo bostic, ed infine solo un pò di tempo (circa 8 ore per il tutto, e se poi occorre più tempo pazienza!!l’importante è riflettere su ciò che si fa). Il motivo per il quale ho deciso di scegliere il Vostro prodotto è perchè ho avuto sempre una buona impressione della ditta “ELVEZIO ESPOSITO” per l’utilizzo di modelli già sperimentati, mentre le comuni auto tappezzerie realizzano il rivestimento su quello che rimane del vecchio, lo montano e lo correggono se ci sono delle imperfezioni, infine io che, da svariati anni sono appassionato di auto storiche, frequentando mercatini, leggendo riviste (ruoteclassiche)  e visitando il vostro sito web ho avuto la conferma della professionalità, per tanto questa mia positiva esperienza, potrà certamente essere di grande incoraggiamento per chiunque vorrà affrontare questa medesima scelta.

Cordiali Saluti,

Federico Butini

butini_fulvia_montecarlo_elvezio_esposito_telaio_sedile

Quando l’amore si chiama Fiat 600 Multipla

 

Con piacere vi introduciamo il nostro V.I.P. del mese! Takayuki è uno di noi, appassionato di auto d’epoca, uno che lavora duramente per raggiungere il suo obiettivo: far rivivere la sua auto d’epoca. Il nostro amico Giapponese è innamorato della Fiat 60o Multipla. E’ interessante e anche nostalgico quello che ci scrive: “Si dice che bisogna analizzare il passato per capire il futuro. La  storia ha molto da insegnarci. La prima macchina su cui ho lavorato è stata la SUZUKI “CARRY  VAN (550cc)”. Ho molti bei ricordi del restauro di quell’auto e di quel periodo. Negli anni passati ho lavorato su molte Fiat nel mio garage.

Here I am to introduce Takayuki to you! Takayuki is one of us, lovers of classic cars, very normal people but very important to us. We love people like you, passionate of vintage, hard workers with the goal to see their car done. This Japanese friend is in love with Fiat 600 Multipla. The interesting thing of the V.I.P. of November is what he says in his email. He starts writing: “They say you should consult the past if you want to learn about the future. History has a lot to teach us. This was the car that 30 years ago I started to work on: SUZUKI “CARRY VAN (550cc)” .  I have a lot of happy memories of restoring this car even if I worked on a lot of cars after it. I also have been restoring Fiats and in the years I worked on many of them in my garage.

In Giappone è molto difficile restaurare un’auto come l’originale. Per fortuna con internet, le cose stanno cambiando ed è più facile trovare parti che ti consentono di mantenere l’originalità della vettura. Ho impiegato un anno a ricercare e mettere insieme le parti necessarie per la mia Fiat 600 Multipla. Oggi ho quasi tutto e finalmente il restauro della  mia auto preferita è iniziato!” Kinoshita  oggi sta restaurando ancora la carrozzeria. Ultimamente ha acquistato gli interni da Elvezio. Per dare un’occhiata alle foto e leggere il post, clicca qui.

Il nostro amico conclude con un messaggio di ringraziamento per gli aiuti umanitari che l’ Europa e gli Stati Uniti hanno inviato nei mesi a seguire il terremoto di Marzo 2011.

 

In Japan it’ s very difficult to restore a car and keep it close to the original. However, the Internet is changing the situation and it’s making things easier. Infact it helps to collect parts.  I collected parts necessary for my Fiat 600 Multipla for around one year and now I have almost everything. The restoration of the 600 Multipla finally starts! This is my favorite car in the world!” Kinoshita today is restoring one these fun cars, working on the body car. Lately bought all car interiors here at Elvezio’s. We actually posted about the car interiors for Fiat 600 Multipla and you can read the post here.

He concludes with a nice sentence dedicated to the world: “Me, as Japanese, I want  to express the gratitude of Japanese people to the friends in Italy, Germany, France, Poland, Britain, Canada, the United States, Argentina, and Cyprus. Thank you for your support and help during the earthquake in March and in the moths after.”


Una sposa firmata Elvezio – A Bride Branded Elvezio

Se in questi giorni non abbiamo postato abbastanza non è perché ci siamo dimenticati di voi! Infatti, oltre alle due mostre scambio nello stesso week-end,  abbiamo avuto un matrimonio qui in azienda e sia Elvezio che Giuseppe sono stati impegnati 🙂

Il V.I.P. di questo mese di Ottobre è dunque la nostra amica Donatella che ha avuto il privilegio di sposarsi in auto d’epoca, scegliendo la bellissima ed elegantissima Lancia Aurelia B 21 del 1951. Ovviamente gli interni sono stati restaurati interamente da Elvezio. Nella foto sotto vedete da sinistra verso destra Elvezio, la sposa, Giuseppe e la Lancia Aurelia B 21. Congratulazioni Donatella!

The V.I.P. of this month is Donatella, she works at Elvezio’s and she got married last week. She chose the elegant Lancia Aurelia B 21 to go to meet her future husband. Obviously, Elvezio restored the car interiors. In the picture below you can see Elvezio, Donatella, Giuseppe and the beautiful car. Congrats Donatella for your wedding!

Una Fiat 500 a New York

 

Inattesa ma molto gradita la telefonata di Cecilia, un’italiana emigrata in America, che circa un mese fa ha telefonato qui da Elvezio, ordinando uno specchietto per la sua Fiat 500. Dall’altro lato del mondo, questa giovane italiana, ha ricevuto in regalo dal suo futuro sposo un bellissimo cinquino rosso! Che regalo meraviglioso per un’italiana che vive a New York! Cecilia mi ha confermato quello che già pensavo quando anche io vivevo in America: la Fiat 500 è amatissima negli States! E’ un esemplare unico nel suo genere, che desta simpatia quando la si incontra per strada. Dopo aver vissuto sulla East Coast per qualche tempo, mi è facile immaginare l’effetto di una Fiat 500 d’epoca per le strade di New York: diventa il centro dell’attenzione di curiosi e amatori del vintage! Cecilia grazie per averci dato l’opportunità di postare sull’unica Fiat 500 della grande mela! Un grazie speciale al tuo fidanzato per la bellissima idea di regalarti la mitica Fiat 500!

Around one month ago I was finishing my work around 7 pm and we got here at Elvezio’s a very pleasant phone call. It’s was Cecilia from NYC, she wanted to order a mirror for her vintage Fiat 500. Can you imagine a vintage Fiat 500 in New York City???!!!  I just love it! I love the idea of an Italian lady driving a vintage red Fiat 500 in the big apple! What a great idea had her fiancé giving her as present this fun, fun, fun car! Thank you Cecilia for calling us and giving us this opportunity to post about the only Fiat 500 in the whole city! A special thanks goes to your future husband for having this wonderful idea!


Pronto al decollo …in auto d’epoca – Ready to fly on a …Vintage Car

 

Mi piace molto quello che ci scrive Domenico Semprini, presidente del Classic Club Italia e nostro V.I.P. del mese di Luglio. Nella nostra conversazione telefonica era preoccupato di averci scritto poche informazioni riguardo alle sua passione per l’auto d’epoca, in realtà in questo caso vale il detto: poco ma buono! Grazie, Domenico per la tua disponibilità!

Ecco cosa ci scrive il nostro V.I.P.: “La mia passione per le auto d’epoca nasce nell’Aeroporto di Malpensa. In attesa di imbarcarmi sono passato in edicola e mi ha incuriosito una pubblicazione che non avevo mai sfogliato, RuoteClassiche, correva l’anno 1995. Fino al 1998 la mia passione si limitava alla lettura di riviste specializzate, finalmente nel dicembre di quell’anno ho acquistato la mia prima vettura storica: una Flavia Coupé 1800. Da allora le mie vetture sono aumentate fino ad arrivare a sei.”

I like a lot our V.I.P. of July, Domenico Semprini. Domenico is the president of a well know Car Club: the Classic Club Italia. During our conversation at the phone he was worried of not having too much to share about his love for vintage cars. When I first started to read his email I thought that what he wrote me was great! Thank you, Domenico!

Waiting for his plane at the Malpensa Airport, Domenico goes to give a look to the magazines. He buys an Italian vintage car magazine: RuoteClassiche and he starts to dream about vintage car world. For three years, from 1995 to 1998, he reads constantly magazines about the topic. He still does not own a vintage car until 1998 December, when he finally buys a Flavia Coupé 1800. Today he owns six vintage cars and a vintage Lambretta!”

“Il mio primo raduno è stato la ”500 Miglia della Lombardia” e nel 1999 mi sono associato al Classic Club Italia partecipando in compagnia di mia moglie a quasi tutti i raduni nel programma annuale. La cosa che mi da più soddisfazione è di far rinascere un vecchio catorcio arrugginito cercando di rispettare il più possibile l’originalità. Prima esperienza di restauro: una vecchia Lambretta! Poi è stata la volta della 500 L, ma la vettura che mi ha dato più soddisfazione è la Fiat 1200 spider del 1959, anche perché sono riuscito a coinvolgere anche mia moglie nella passione per le auto d’epoca.”

Domenico writes: ” My first meeting was in 1999 the “500 Miles in Lombardia”, I am a member of Classic Club Italia and I go to every meeting of vintage car with my beautiful wife. What I really love in restoring a car is respecting ing the originality of it. I first restored a Lambretta, than a Fiat 500 L, but my favorite has been the 1959 Fiat 1200 Spider.” (See pics below)

Nella foto sopra e sotto vedete la Fiat 1200 Spider, nelle altre invece le varie auto di Domenico e la sua Lambretta. Domenico è cliente di Elvezio, Per lui abbiamo prodotto la selleria e i pannelli della Fiat 1100-103 TV Trasformabile che potete vedere cliccando qui. Grazie Domenico per i complimenti che ci hai fatto e per essere tra i nostri V.I.P.!

Domenico is our client, and he is very satisfied! Elvezio produced for him the Fiat 1100-103 TV Trasformabile interior. To read the post click here. In the Thank you Domenico for your compliments and for being our V.I.P.!

Lavoro per Passione – Working for Passion

 

Potrebbe sembrare di parte la mia scelta del V.I.P. del mese, ma in realtà mi è sembrato interessate e opportuno proporvi la storia di un operaio specializzato che lavora da molti anni sulle auto d’epoca. Non è quantizzabile il numero di tappezzerie tagliate, cucite, assemblate, nè quello dei pannelli realizzati da Giuseppe, il nostro V.I.P. affianca Elvezio Esposito con molta dedizione e passione.

Choosing Giuseppe as V.I.P. of this month has been a great choice! Without counting how many upholstery and door panels he produced, I can tell he is dedicated to his job and he is loving it! Working at Elvezio’s for around 25 years Giuseppe knows how to restore a vintage interior!

La nostra intervista è stata simpatica. Ho chiesto a Giuseppe cose molto semplici per non appesantirlo con quesiti tecnici, che normalmente è tenuto a risolvere ogni giorno. Ho voluto chiedere qual’è l’auto sulla quale è più facile lavorare e quale quella più complessa.  La Fiat 500 secondo Giuseppe è quella più semplice e anche la più piacevole su cui intervenire. Quella più complicata invece è la Lancia Aurelia insieme alla Giulietta Spider. Ciò non toglie che quest’ultima sia comunque la sua preferita! Giuseppe ama vedere la Giulietta Spider nei film dell’epoca ed è proprio attraverso i film che se ne è appassionato!

Asking Giuseppe about his favorite vintage car to work on, he said the vintage Fiat 500 is not too difficult to restore and it’s rally fun car. Definitely complicated are instead the A.R. Giulietta Spider and the Lancia Aurelia. Even if difficult to work on, Giuseppe loves the Giulietta Spider and he likes watching that car  in the Italian movies of the time. He says he feels satisfied when he finishes to restore entirely a car especially when the car is very old!

 

Completare l’intero restauro degli interni di un’autovettura d’epoca è soddisfacente. La soddisfazione di chi produce manualmente e restaura supera con molta probabilità quella di colui che acquista il prodotto finito!

L’ultima richiesta per Giuseppe è stata quella di raccontarci un aneddoto simpatico avvenuto durante questi anni di lavoro. La scelta è caduta sull’episodio in cui smontando il pannello di un’auto ha trovato annotato all’interno dello stesso un avvenimento di cronaca di quell’anno. Chissà perché riportare all’interno di un pannello un evento di cronaca!

Una Fiat 600… di generazione in generazione – A Fiat 600… From Generation To Generation

Il nostro V.I.P. di questo mese di Maggio è un giovane appassionato di Fiat 600: Amedeo Scafuro. Elvezio è lieto di averlo come suo V.I.P. perché Amedeo è devoto al mondo delle auto d’epoca tanto da restaurare la vecchia auto del nonno.

Lasciamo che si presenti da solo riportando quello che ci scrive nella sua lunga email:

“Salve, sono Amedeo Scafuro e sono possessore di una Fiat 600 del 1958, una seconda serie a vetri discendenti appartenuta a mio nonno. Dal legame con lui nasce la mia passione per questa macchina e per il restauro delle auto storiche. Nel 1966 mio nonno acquistò una Fiat 600 da un medico di Avellino e la guidò per 24 anni. La stessa auto divenne, per diversi anni, il mezzo di trasporto di mio padre per recarsi a lavoro, fino al giorno in cui non si mise più in moto e rimase per qualche tempo parcheggiata sotto il porticato di casa.”

Amedeo Scafuro is the V.I.P. of this month of May 2011. We are glad to have him in our blog post for several reasons, especially for his great enthusiasm in bringing alive again his grandfather’s Fiat 600. Here is what Amedeo wrote me to introduce himself in his long email: “My name is Amedeo Scafuro and I am the owner of a Fiat 600. My grandpa bought this car in 1966 and drove it for 24 years. After him, my dad used it to drive to work everyday until one day the car did not start anymore. For years the car stayed in front of my house until one day I made the decision to use it again.”

L’avventura di Amedeo con questa auto inizia quando prova a rimetterla in moto e si accorge che c’era un bel lavoro da fare: l’asta della pompa della benzina si era consumata, i freni andavano messi a posto e il motore andava rifatto. Insieme a suo cugino Alfonso, Amedeo riesce nel garage di casa a mettere a posto i freni e a rifare il motore. Occorre poi l’intervento di un carrozziere. Qui entra in gioco il suo amico carrozziere Luca Russo. Con molta pazienza, abilità e soprattutto passione, Luca inizia il lungo restauro durato circa un anno e mezzo.

Amedeo starts to restore the old car from the very beginning: engine, brakes and body car first. It took his friend Luca Russo one year and a half to restore only the body car. After the body car it was time to restore the interiors: upholstery and door panels. Amedeo makes the decision to find a specialist in his city. Unfortunately for Amedeo this guy did not do a good job. So Amedeo calls Elvezio to order the upholstery for his Fiat 600. In the pics below you can see the upholstery in brown and beige color. The door panels in the pics are not like the original and were not produced by Elvezio. Amedeo says that his next purchase at Elvezio’s will be the door panels set. You can see the door panels like the original in the picture at the bottom of this post. To know more about Amedeo’s story, watch his video here.

Finita la fase della verniciatura della carrozzeria, inizia la fase del restauro degli interni. Amedeo decide di far rifare la tappezzeria da un tappezziere della zona di Salerno, che purtroppo sbaglia gli abbinamenti. Amedeo ci scrive: “Poiché tempo prima avevo acquistato l’impianto elettrico, montato col mio amico Michele, presso Elvezio Esposito decisi di ricontattarlo per l’acquisto della nuova tappezzeria originale. L’ho montata personalmente senza alcuna difficoltà e potete vederla nelle due foto a sinistra. La tappezzeria calza perfettamente ed è come l’originale.”

I pannelli portiera visibili nelle foto non sono stati acquistati presso Elvezio e non sono come gli originali. Amedeo ci informa che sarà il suo prossimo acquisto! Segue una foto del pannello porta come l’originale, venduto da Elvezio.

Amedeo continua e scrive: “Oggi faccio parte del club federato ASI Salerno Auto Storiche e partecipo ai raduni di club della zona e ricevo molti complimenti per la tappezzeria. Dopo quasi 5 anni si è realizzato il sogno di riportare la Fiat 600 di mio nonno allo stato originale.” Per altre immagini sulla storia del restauro della Fiat 600 del V.I.P. di questo mese, vi suggeriamo il video amatoriale di Amedeo, cliccando qui.

Abarth, Abarth e ancora Abarth

Il V.I.P. di questo mese è il nostro amico Giorgio De Chirico. Chi conosce Giorgio sa bene che è un appassionato e collezionista del marchio Abarth. Anche lui cosentino come noi e nel mondo delle auto d’ epoca da anni, Giorgio è stato più volte nostro cliente. Abbiamo infatti avuto il piacere di produrre per lui la selleria di alcuni sedili speciali per le sue Abarth nonchè la tappezzeria rossa della Fiat 850 Berlina che vedete nella foto che segue.

Cosa dice Giorgio di Elvezio e del suo team? Giorgio ci ritiene professionisti del settore e per questo ci affida senza alcun dubbio il restauro degli interni delle sue auto d’epoca.  Per leggere un servizio dettagliato su Giorgio, visita Automobilismo d’ Epoca mese di  Aprile 2011.

Our special guest this month is our friend Giorgio De Chirico. For those who already know him, it’s pretty usual to see him surrounded by the Abarth brand. He loves it and buys everything with that logo. Since he lives near Cosenza and he is always busy in the vintage car world, we know him well. Giorgio has been several times our customer and we produced for him some special seats and the red interiors for the Fiat 850 Berlina in the picture below.

Giorgio says about us? He says that we are specialists of interiors for italian Vintage cars. When is about the interiors of his cars he chooses Elvezio. More information about our V.I.P. you can find it in the magazine Automobilismo d’ Epoca of 2011 April.

Foto riprese da “Autombilismo d’Epoca” mese di Aprile 2011 su concessione di Giorgio De Chirico.

Sognando una Fiat Topolino – Dreaming a Fiat Topolino

Il V.I.P. del mese di Marzo 2011 è Paolo Bellinazzi. Leggendo questo post non sarà difficile capire perché ci siamo subito interessati alla sua storia. Paolo ha infatti una passione enorme per la Fiat Topolino. Questo suo amore per le auto d’epoca lo ha spinto non solo a restaurarne di diverse, ma anche a creare un sito internet, che potete visitare cliccando qui. Il nostro incontro con Paolo è stato molto semplice, un amico comune ci ha messi in contatto ed eccolo già tra i personaggi V.I.P. del nostro Blog!

Leggendo le pagine del sito di Paolo, mi sono immersa nei ricordi della sua infanzia a contatto con quelle che oggi sono le nostre auto d’ epoca: Fiat 500 C, Belvedere e Balilla. Ho voluto riportare di seguito quelle che sono le frasi di apertura del sito perché esprimono a pieno la sua fedeltà alla Fiat Topolino: “Fin da ragazzino all’eta’ di 10 anni ho sempre sognato di possedere una Fiat Topolino, andavo in vacanza in campagna dai nonni nella provincia ferrarese, per me un periodo felice e di spensieratezza, per i nonni un po’ meno”.

Il suo sogno d’ infanzia di possedere una Fiat Topolino si è finalmente realizzato! Oggi Paolo ha nella sua collezione: una Fiat 500 B del 1949 (che vedete nelle foto), una Fiat 500 C del 1950, una Fiat 500 C Giardiniera e infine una Siata Amica Cabriolet del 1951.

Our V.I.P. of  March is Paolo Bellinazzi. Paolo is a member of Topolino Autoclub Italia and we met him through a common friend. What catches our attention in Paolo story is his love for Fiat Topolino since he was ten! His web site, that you can visit here, is entirely dedicated to his vintage cars. You can see there pictures and read of him dreaming of a Fiat Topolino at the age of ten.

Today Paolo has more than a vintage car! He owns a 1949 Fiat 500 B (see the pics), a 1950 Fiat 500 C, a Fiat 500 C Giardiniera and also a 1951 Siata Amica Cabriolet.

Nelle foto sopra ecco la Fiat 500 B del 1949 di Paolo prima e dopo il restauro. La stessa auto di cui parliamo in questo post, è stata oggetto dell’ articolo uscito su Automobilismo d’Epoca nel 2006, per leggere l’articolo basta cliccare qui. Nelle foto sotto invece eccovi gli interni durante la fase di restauro. Paolo ha acquistato la tappezzeria, i pannelli e il tappeto riccione da Elvezio tramite Roberto Mattioli, nostro cliente nonché socio del Topolino Autoclub Italia.

Paolo mi scrive nel suo primo email: “Sono felice di poter portare la mia testimonianza del corretto lavoro eseguito dalla Ditta Elvezio”.

Paolo ordered at Elvezio’s a couple of years ago the interiors for his vintage Fiat 500 B: the upholstery, the riccione carpet, the door panels and the rubber mats as you see below. This same vintage car has been on an Italian magazine for vintage car, to read the article in Italian click here.

Paolo wrote me in his first email: “I am happy to witness the great job that Elvezio did with my car interiors.”

Foto su concessione di Paolo Bellinazzi

Joe e la sua passione di una vita! – Joe’s Lifelong Passion

Il personaggio V.I.P. che vi presentiamo questo mese è Giuseppe Amendola (detto anche Joe), un italo-canadese immigrato in Canada nel 1960 da Cosenza. Joe inizia ad apprendere il mestiere del meccanico all’età di 13 anni nella sua città natale e inizia a lavorare sulle automobili e camioncini di quell’epoca.

Una delle sue automobili italiane preferite era ed è tutt’oggi laFIAT 500 nelle versioni A/B/C detta anche Topolino A/B/C. Questo tipo di auto fu importata in Canada solo nel 1947, ma non ebbe grande successo non essendo stata progettata per il clima rigido canadese né per gli automobilisti Nord Americani di statura generalmente superiore a quella degli italiani.

La passione di Joe per le automobili in genere ed in particolare per il restauro di quelle d’epoca si è manifestata durante tutta la sua vita, diventando il suo hobby primario. La prima auto ad essere restaurata da Joe fù la Ford Modello A e per molti anni a seguire il marchio Ford è stato oggetto del suo interesse. Negli ultimi 15 anni però l’ attenzione si è concentrata sulle automobili d’epoca Fiat; tra le quali la Fiat 500 A(Topolino A) del 1947, Fiat 500 C (Topolino C) del 1949 e una Fiat 500 L. La Fiat 500 A del 1947 posseduta da Joe é documenta essere la prima importata in Canada dall’Ambasciatore Italiano di Ottawa, a quel tempo Conte Carlo Fecia di Cossato.

Ma non finisce qui! Joe continua ad appassionarsi sempre più ai motori d’epoca e amplia la sua collezione con il suo ultimo progetto di restauro: una Vespa Allstate Super Cruisaire del 1959 prodotta dalla Piaggio per il mercato Americano; ricostruendo così un altro pezzo di storia del patrimonio Italo-Canadese.

Questo è quello che Joe mi scrive personalmente nella sua ultima email: “Torno spesso a visitare l’Italia e durante una di queste mie visite ho avuto il piacere di incontrare Elvezio Esposito, una delle persone più informate e affidabili che io abbia conosciuto in tutti questi anni di mia dedizione al restauro. Ho acquistato due set di tappezzeria e diversi altri materiali da Elvezio e sono sempre rimasto molto soddisfatto dai suoi prodotti e dal suo cooperativismo. Firmato Joe Amendola”

The V.I.P. of the month is Joe Amendola, an Italian-Canadian who immigrated from his homeland Calabria (Italy) in 1960. Joe was born in Cosenza, where he first learned to work on automobiles and trucks while working as a mechanic when he was 13-years old. One of his favourite Italian cars of that time was the FIAT 500 in its three versions, the A/B/C. This car is also referred to as the “Topolino” meaning little mouse. The car had great success in Italy and still remains popular. However, in Canada the car was not as favored. Originally the Fiat Topolino was imported into Canada after 1947 but because it was not designed for the cold Canadian climate and tall passengers, it did not see much success.

Joe’s love for of cars and renovation has been a lifelong passion. It started with a 40-year interest in the Ford Model “A” and continued in the American brand for 40-years. Joe was completely dedicated to the American brand until about 15-years ago when he expressed interest in and started to collect the FIAT. He is currently the owner of a 1947 Fiat 500 A (Topolino A), a 1949 Fiat 500 C(Topolino C) and a 1971 Nuova 500 Model L. Joe’s 1947 Fiat 500 A is documented to be the first imported car of this model into Canada.

Pictured right, is Joe with his latest project! The renovation of a 1959 Piaggio Vespa Allstate Super Cruisaire. With this last project, Joe wanted to restore more of the Canadian-Italian heritage.

In a recent email Joe stated, “I return to Italy on a regular basis and in one of my trips I had the opportunity to meet Elvezio Esposito. I think he is one of the most reliable and knowledgeable people with Italian Vintage cars that I have ever met in my entire career. I have purchased two upholstery sets and many other items from Elvezio. The quality and the service has always been very good and his team has been very cooperative.”